FC TORINESE 1894, RITORNO AL FUTURO

Alcuni anni prima che i liceali del blasonato classico “D’Azeglio” ricorressero al latino per denominare la zebra del calcio italiano e ben mezzo secolo prima che il Grande Torino entrasse nella leggenda per i trionfi sul campo, il contributo schiacciante alla nazionale e la tragedia di Superga, sotto la Mole i colori del pallone erano l’oro e il nero della FC Torinese, che con l’atto costitutivo datato 1894 può considerarsi a buon diritto madre nobile del calcio subalpino.

Tuttavia, la squadra scomparve ancora adolescente nel 1906, fondendosi con alcuni dissidenti della Juventus per dar vita al Torino FC, come risultato da un minuzioso lavoro di ricostruzione storica, reso possibile anche dai cimeli conservati da Marco Morelli di Popolo, nipote di Vittorio Morelli, uno dei fondatori della FC TORINESE, che militò poi nel Torino, divenendone anche allenatore.

E’ quindi probabile, in base ai dati documentali, che senza la FC Torinese il mondo non avrebbe conosciuto e celebrato i trionfi del Grande Torino prima e quelli del Toro poi. In questa storia d’altri tempi si intrecciano inoltre le vicende di tanti personaggi, le cui esistenze si sono tutte incrociate, a volte in maniera rocambolesca, con la FC Torinese. Dall’industriale svizzero delle calzature Alfred Dick, presidente della Juventus, poi estromesso e fondatore del Toro, morto infine suicida per debiti, al giocatore Federico Ferrari-Orsi, che mise a segno il primo gol della storia del derby della Mole, passando per il notissimo allenatore della nazionale Vittorio Pozzo.

Dopo 112 anni dalla scomparsa, il 6 settembre 2018, la FC TORINESE è rinata dalla scommessa dei soci della ASD Talent Scout. Nella cornice di Palazzo Lascaris, sede del Consiglio Regionale del Piemonte, è avvenuta la presentazione ufficiale della squadra, che veste nuovamente i colori oro e nero sotto la denominazione FC TORINESE 1894 ed è ripartita dalla Terza Categoria nel campionato 2018/2019.

La rinascita della squadra costituisce una vera e propria operazione “ritorno al futuro”, nata dalla scommessa del Presidente Sante Squillace e dei suoi, che si augurano di conquistare sul campo il diritto a diventare nel tempo la terza realtà calcistica torinese.

Tifa per noi!